Australian Site | Storia Nostra | News | Area Soci | Contattaci | Orario Valuta
  Ricerca
Iscrizioni | Di tutto di pił | Login | Chi siamo | Forum
 
  Home
  News e altro
  Link
  News
  F.A.Q.
  Australia
  Servizi
  Statuto
  Disclaimer
  Contatti
 
 
 

 News e Altro » News
 PROTESTA DEI LIBERALI PER LA NOMINA DI UN ECCLESIASTICO CATTOLICO AD INCARICO DI GOVERNO.
 
ECCLESIASTICO CATTOLICO ACCETTA INCARICO GOVERNATIVO
DELLO STATO LABURISTA DEL SUD AUSTRALIA – IN AGITAZIONE
IL PARTITO LIBERALE

Una patata bollente per la Chiesa Cattolica di Adelaide quella del sacerdote monsignor David Coppo che ha accettato l’incarico governativo, con tanto di stipendio, di Commissario per l’ Inserimento Sociale. La questione ha sollevato una la protesta non solo per il carattere politico ma anche sulla opportunità che un componente della gerarchia ecclesiastica possa servire allo stesso tempo Chiesa e Stato.

Nominato, il 1 maggio 2006 nel nuovo ente statale a commissario con l’incarico di riformare il sistema giudiziario giovanile e quello dei mentalmente disabili, mons. Coppo ha mantenuto il suo incarico di vicario generale dell’arcidiocesi di Adelaide.

La nomina è avvenuta da parte del governo dello Stato che è laburista sollevando dure rimostranze dell’opposizione liberale che ha denunciato come in questo modo venga annullato il confine tra Stato e Chiesa, non solo ma si consolidano i legami politici tra Chiesa cattolica e partito laburista.

I cattolici del partito liberale hanno lanciato un duro attacco a mons.Coppo accusandolo di patteggiare con il partito politico “ di giornata”.

Il capogruppo dell’opposizione liberale, nel parlamento statale, Rob Lucas, sebbene cattolico, ha detto:” La gerarchia della Chiesa cattolica dall’Arcivescovo in giù devono adesso essere consapevoli che mai più i politici di fede cattolica continueranno a restare silenziosi come in passato sia io che altri siamo stati, quando si tratterà di muovere critiche alla Chiesa cattolica”.

Mons Coppo, sempre in passato impegnato in compiti sociali, ha già avuto un rapporto diretto con il Premier Mike Rann e ministri chiave del suo gabinetto. Coppo resterà nel comitato esecutivo del gabinetto di Rann dove è il solo non — eletto, non governativo, esponente ufficiale in Australia a tenere una così delicata posizione nei “ sancta sanctorum” politici. Coppo ha occupato anche influenti ruoli presiedendo come volontario il comitato creato da Rann per l’Inserimento Sociale sin dal 2002 allo scopo di abbattere un feudo del pubblico impiego. Nello scorso aprile durante la campagna elettorale statale, Coppo ha rappresentato un ministro del governo in carica ad una conferenza interstatale a Sydney.

Il 56enne prelato ha declinato la richiesta dei mass media australiani di intervistarlo sul come poteva dividere il suo tempo tra i impegni di chiesa e stato e sulle critiche sollevate dalla pubblica opinione sul suo nuovo incarico governativo remunerato con fondi pubblici.

L’ Arcivescovo di Adelaide, mons. Philip Wilson, che ha approvato la controversa nomina di Coppo, a sua volta interpellato dai mass media australiani, si è pronunciato limitatamente al motivo della suo consenso dicendosi convinto che Coppo è capace di svolgere efficacemente, allo stesso tempo, il lavoro relativo ai due incarichi. L’ Arcivescovo ha tuttavia declinato ogni commento sulla eventuale coinvolgimento della Chiesa e su quella di un eventuale conflitto con la legge canonica.

Il Premier del Sud Australia, Mike Rann, costretto a difendersi dai duri attacchi parlamentari nelle sedute dei giorni scorsi, ha citato il caso di John Howard, il Premier federale australiano, liberale, che ha assunto Brian Watters esponente della Salvation Army a capo del Consiglio Nazionale sulle Droghe e quello clamoroso della nomina a Governatore Generale d’Australia ( vice — re di S.M. Britannica ) dell’ arcivescovo anglicano Peter Hollingworth.
Runn ha decisamente sostenuto la scelta fatt di mons. Coppo affermando, tra l’altro in seduta parlamentare : “ Nel sistema governativo occidentale c’è un po’ di confusione sul concetto di separazione tra poteri civili e religiosi, lo dimostra il fatto che la Regina che è il capo dello Stato d’ Inghilterra è anche il capo della Chiesa anglicana”.
( dal “The Australian “ del 7 maggio 2007)




VI INTERESSA CONTINUARE AD ESSERE GIORNALMENTE INFORMATI SULLA REALTA' AUSTRALIANA IN AUSTRALIA E NEL MONDO ?







 
Stampa questa pagina
 

 
 
 
 
 
 
 
Australian Site | Storia Nostra | News | Area Soci | Contattaci | Orario Valuta