Australian Site | Storia Nostra | News | Area Soci | Contattaci | Orario Valuta
  Ricerca
Iscrizioni | Di tutto di pił | Login | Chi siamo | Forum
 
  Home
  News e altro
  Link
  News
  F.A.Q.
  Australia
  Servizi
  Statuto
  Disclaimer
  Contatti
 
 
 

 News e Altro » News
 L’insufficienza di ingegneri in Australia può essere contenuta se solo i datori di lavoro fossero inclini ad assumere emigranti qualificati
 
L’insufficienza di ingegneri in Australia potrebbe essere contenuta se solo i datori di lavoro fossero inclini ad assumere emigranti qualificati.
Un rapporto che a maggio è stato rilasciato dal governo australiano attraverso la Commissione per la Produttività sottolinea che i datori di lavoro particolarmente nel settore dell’ingegneria stentano ad assumere immigrati. Uno studio su questo fenomeno dimostra che i datori di lavoro sottovalutano e comunque discriminano specialisti stranieri sebbene questi siano stati abilitati per lavorare in Australia. Il rapporto rileva che sebbene la qualifica sia stata riconosciuta dall’ente australiano a questo preposto, questi immigrati trovano difficile trovare un impiego nell’attività per la quale sono entrati in Australia. L’ Australian Council of Professions Ltd. ha presentato alla Commissione una sua analisi confermando appunto che malgrado fossero in possesso del riconoscimento professionale da parte australiana, un buon numero di ingegneri qualificati trovano difficile essere assunti. Il problema è stato anche riscontrato dall’ordine degli ingegneri l’ ‘Engineers Australia.
In pratica l’ordine professionale in questione ha confermato che ingegneri stranieri, abilitati ad esercitare in Australia trovano difficile inserirsi nel mercato del lavoro e quindi essere assimilati agli ingegneri australiani.
La richiesta per ingegneri è in crescente aumento per il boom industriale e per la diminuzione del numero di quelli che escono dalle università australiane.
La più recente lista del dipartimento dell’immigrazione include la richiesta per ingegneri nel settore minerario, civile, chimico e petrolifero.
Dall’analisi della Commissione per la Produttività emerge che la difficoltà di inserimento nel tessuto occupazionale australiano da parte di qualificati ingegneri immigrati è dovuta alla loro scarsa conoscenza dell’inglese che rende difficile far valere la loro professionalità.
Viene richiesto al dipartimento dell’immigrazione che gli enti preposti alla valutazione professionale includano criteri più aggiornati sulla conoscenza della lingua e cultura inglese e sul curriculum professionale.
Il problema in questione fa notare l'Associazione Italia–Australia non investe affatto l'immigrazione in Australia di ingegneri italiani. La cultura della quale i professionisti italiani sono ricchi supera di gran lunga la media culturale australiana. Certo la conoscenza dell'inglese è un problema che deve e viene sempre superato. Ma a questo punto l'unico problema potrebbe essere la gelosia che la dovizia professionale e culturale di cui gli ingegneri italiani sono ricchi, può suscitare nei loro colleghi australiani. Il fatto è che il datore di lavoro è una persona che impega professionisti per fare soldi ed un professionista abile e preparato riceve un'accoglienza calorosa quando dimostra che lui è la persona giusta allo scopo.


VI INTERESSA CONTINUARE AD ESSERE GIORNALMENTE INFORMATI SULLA REALTA' AUSTRALIANA IN AUSTRALIA E NEL MONDO ?




 
Stampa questa pagina
 

 
 
 
 
 
 
 
Australian Site | Storia Nostra | News | Area Soci | Contattaci | Orario Valuta