Australian Site | Storia Nostra | News | Area Soci | Contattaci | Orario Valuta
  Ricerca
Iscrizioni | Di tutto di pił | Login | Chi siamo | Forum
 
  Home
  News e altro
  Link
  News
  F.A.Q.
  Australia
  Servizi
  Statuto
  Disclaimer
  Contatti
 
 
 

 News e Altro » News
 I VITICOLTORI SONO SULL'ORLO DEL FALLIMENTO I PRODUTTORI DI VINO NE HANNO TANTO INVENDUTO DA POTERNE OFFRIRE UN BICCHIERE A TUTTI GLI ABITANTI DELLA TERRA. E'possibile che in tutto il mondo non ci siano mercati disposti ad acquistare le uve australiane a buon mercato e tutto sommato di qualità buona?
 
Centinaia di agricoltori specializzati in vigneti rischiano il fallimento a causa della sovrapproduzione di uva che i produttori di vino non riescono a smaltire. Per oltre dieci anni viticoltori e produttori di vino hanno fatto affari sempre più grossi, adesso, ha detto loro il ministro dell’Agricoltura Peter McGauran devono risolvere il problema della sovrapproduzione tra di loro, chiedere aiuto al governo non è corretto. Si discute nell’ambito di questo problema di come trasformare in etanolo per combustibile di auto la sovrapproduzione di uva. Esperimento già in atto in Francia che ha incontrato gli stessi problemi di sovrapproduzione.
Nel periodo 1995 —1998 la grande avanzata nella produzione vinicola fece emergere il problema della scarsità di uve. Quindi questa oscillazione tra uve e vino oggi si arrivati invece al fermo di oltre 900 milioni di litri di vino nelle cantine dei produttori australiani, abbastanza da offrirne un bicchiere ai 6 milioni e mezzo di abitanti del mondo.

Per ridurre questo enorme disavanzo il direttore del Wine Grower Association, Mark McKenzie, ha proposto un pacchetto equivalente a 36 milioni di euro per pagare a ciascuno dei viticoltori in crisi un contributo di circa 1.200 euro ad ettaro per non vendemmiare durante i prossimi due anni.
Il governo australiano è disposto a contribuire per l’equivalente di soli 30 milioni di euro.
La questione è ferma a questo punto.
Un eccesso di produzione di uva per una esorbitante coltivazione in vigneti durante gli ultimi anni ha portato i viticoltori australiani a questa situazione. I produttori di vino che hanno acquistato le uve a buon mercato a loro volta si trovano con milioni di litri di vino assolutamente invenduti.
In tutta questa questione però c’e’ qualche cosa che non quadra. La domanda che gli esperti si pongono: " ma è possibile che in tutto il mondo non ci siano mercati disposti ad acquistare le uve australiane a buon mercato e tutto sommato di qualità buona?"


VI INTERESSA CONTINUARE AD ESSERE GIORNALMENTE INFORMATI SULLA REALTA' AUSTRALIANA IN AUSTRALIA E NEL MONDO ?





 
Stampa questa pagina
 

 
 
 
 
 
 
Australian Site | Storia Nostra | News | Area Soci | Contattaci | Orario Valuta