Australian Site | Storia Nostra | News | Area Soci | Contattaci | Orario Valuta
  Ricerca
Iscrizioni | Di tutto di pił | Login | Chi siamo | Forum
 
  Home
  News e altro
  Link
  News
  F.A.Q.
  Australia
  Servizi
  Statuto
  Disclaimer
  Contatti
 
 
 

 News e Altro » Incontri
 RELAZIONE INCONTRI 25 – 26 SETTEMBRE
 
Nei giorni 25 e 26 settembre 2913 L’Asso9ciazione Italia Australia ha avuto come ospite per incontrarsi con i Soci , Christine Knight specialista del settore visto per l’Australia.

Sono stati sviluppati gli argomenti più importanti per individuare quali siano le possibilità di emigrazione per l’Australia. La perfetta padronanza dell’inglese risulta essere essenziale sia ovviamente per poter allegare un certificato IELTS alla eventuale domanda di emigrazione, sia per potersi inserire nella lista “Skill Select” che il governo australiano ha introdotto poter agevolare le richieste di emigrazione.

Questa lista contiene le caratteristiche del candidato emigrante e della sua specializzazione. La lista viene consultata in rete da datori di lavoro australiani. In questo modo si stabilisce un primo contatto che puo’ portare a fare domanda di “sponsored skilled migration” Anche gli Stati australiani sponsorizzano domande di emigrazione quando chi le presenta e’ disponibile ad risiedere per i primi due anni in zone decentrate.

Nella discussione in cui si è approfondito questo argomento è emersa la necessità o opportunità di prendere in considerazione anche visti opzionali provvisori per scandagliare di persona la situazione australiana specialmente se ci fosse anche un invito ad un colloquio da parte di un datore di lavoro il quale identificato attraverso la “Skilled List “ il tipo di lavoratore che gli interessa gli chiedesse di discuterne personalmente i termini di impiego.
Tra i visti opzionali da prendere in considerazione per arrivare a presentare al momento opportuno l la domanda di “sponsored skilled visa” c’e per chi ha il passaporto italiano , il semplice visto turistico per andare personalmente in Australia e, se si ha gia’il certificato di lingua inglese, IELTS, presentarsi al datore di lavoro per discutere i termini di impiego che consentano, di presntare domanda di “sponsored skilled migration”.
Il visto successivo al visto turistico potrebbe essere il visto di studio il quale si puo’ richiedere ed ottenere sul posto passando dal visto turistico al visto di studio qualora si sia in possesso del passaporto italiano.


Nelle riunioni con Christine Knight è emerso chiaramente che l’emigrazione per l’Australia è un percorso che costa tempo e denaro. Quando si è determinati e si procede con attenzione e cautela i rischi sono limitati sia nel tempo che nella spesa.
Il visto di studio consente di lavorare 20 ore settimanali ed include tutta la famiglia consentendo anche all’altro coniuge di poter lavorare 20 ore settimanali.
Quella di poter lavorare con un visto di studio e’ una prerogativa che consente di farsi valere professionalmente presso un potenziale datore di lavoro e quindi procedere visto lo “sponsor skilled visa”.
I costi per tasse , vitto ed alloggio sono stati gli argomenti anch’essi inseriti nella discussione. Studiare l’inglese in Australia per conseguire il certificato IELTS pu’ costare l’equivalente di circa 4000 euro poi ci sono i costi per l’alloggio che variano a seconda dei componenti il nucleo familiare.
Nel corso della riunione poter sviluppare temi sulle prospettive di inserimento non e’ agevole perche’ le capacita di ciascuno devono essere valutate nell’ambito territoriale di un paese come l’Australia che e’ grande 25 vote l’Australia con enormi e differenti possibilita’ in ogni signola parte dell’Australia.
Un altro motivo per il quale partire alla cieca per fare subito domanda di emigrazione è una prospettiva che ragionevolmente non deve essere presa in considerazione.
L’investimento di tempo e denaro resta assolutamente insostituibile,
Quello che si può e si deve contenere e’ il rischio di perdere tempo e denaro in una impresa di cui non si hanno chiari e precisi i contorni che invece possono essere delineati e affrontati .
Emerge chiaro ed evidente che si deve assolutamente evitare di affidarsi a consigli, suggerimenti e informazioni provenienti da fonti le quali hanno un solo interesse, il tornaconto unico ed assoluto di chi mette in giro notizie ed informazioni, peggio ancora di chi cerca di convincere sulla base di presunte qualifiche professionali, esperienze e disponibilità ad aiutare. Nessuno fa niente per niente specialmente nei rapporti tra Italia ed Australia ed in Australia stessa. Tutti coloro che si presentano per aiutare se qualche cosa fanno e’ solo ed esclusivamente per il proprio interesse.
I visti per l’Astralia hanno costi considerevoli sia per tasse che per servizi professionali qualificati da parte di Migration Agents iscritti all’albo e qualificati che da qll’equivalente due o tremila euro possono salire a 15 ,mila 20 euro, senza alcuna garanzia di successo.
Di scuole per stranieri in Australia ce ne sono a migliaia, in ogni parte del continente, affidarsi ad intermediari non e’ affatto necessario. Ognuno deve farsi una sua propria ricerca che e’ accessibile facile, sebbene lunga, Internet lo consente, basta inserire le parole chiare scuola Cairn, oppure ogni altra localita’ australiana e si ha solo il problema della scelta.



VI INTERESSA CONTINUARE AD ESSERE GIORNALMENTE INFORMATI SULLA REALTA' AUSTRALIANA IN AUSTRALIA E NEL MONDO ?




 
Stampa questa pagina
 

 
 
 
 
 
 
 
Australian Site | Storia Nostra | News | Area Soci | Contattaci | Orario Valuta