Associazione ItaliaAustralia
Via Ludovisi, 35
00187 Roma

email: info@australiaitalia.it
www.australiaitalia.it

Titolo : ATTUALITA' ITALIA–AUSTRALIA MERCI – PETROLIO BORSA VALORI – UN AUSTRALIANO A MILANO 12000 A DUBAI

 
ATTUALITA’ ITALIA AUSTRALIA– Aprile–Maggio 2006

MERCI, IL PETROLIO AL RIALZO LIEVITA LA BORSA VALORI

Il mercato azionario australiano questa settimana è destinato a salire seguendo l’andamento del petrolio e delle prezzo delle merci.
Il prezzo delle merci per bronzo, alluminio, zinco ed oro insieme a quello in crescita del petrolio contribuiranno a far scendere le riserve borsistiche australiane, questo è oggi il parere degli analisti.
Il prezzo del petrolio colpisce i consumatori all’inizio ma gli investitori hanno cominciato a risentirne l’impatto negativo solo sei settimane dopo il disastro del ciclone Katrina. Occorre adesso osservare le conseguenze sulla spesa dei consumatori, se e come questi reagiranno e si comporteranno. Le banche australiane notano un rafforzamento della domanda per mutui e prestiti che fanno crescere i loro affari. Il prezzo del petrolio oggi è dell’80% più alto che a gennaio 2005 e tre volte di più di quello di quattro anni fa.
Gli economisti australiani concordano che sul bilancio familiare il prezzo del petrolio farà pesantemente sentire i suoi effetti entro il prossimo maggio.
Dal settore bancario si prevede che il tasso di interesse resterà immutato per almeno tutto il 2006, questo agevolerà il contenimento entro l’ 1%
dei prezzi al consumo.


UN AUSTRALIANO A MILANO 12.000 A DUBAI

David Brown nato e cresciuto ad Adelaide ha cominciato a muoversi nel mondo del lavoro nel 1972 quando l'allora il Premier del Sud Australia, il laburista Don Dunstan promosse un ufficio speciale dedicato allo sviluppo delle iniziative artistiche. Don Dunstan nei suoi dodici anni di governo del Sud Australia entrò in strettissimi rapporti con il mondo italiano dell’arte e della cultura, specialmente in Umbria e Toscana, dove continuò a risiedere a lungo alla fine della sua carriera politica. David Brown ha seguito la scia italiana del suo mentore , Arrivato nel 1980 a Milano scoprì che qui aveva il suo futuro. Gli anni ottanta sono stati i più interessanti per gli australiani che trovavano un mondo in Italia che sebbene lanciato verso ambiziosi progetti di espansione mondiale, non sapeva parlare l’inglese. Inoltre, allora, prima di Shencken, il permesso di soggiorno e di lavoro in Italia per gli australiani era a portata di mano . Il primo contatto con il mondo internazionale della moda David Brown lo ha avuto entrando nella Riccardo Gay, agenzia di moda internazionale a Milano. Venti anni dopo tiene lui in mano le redini dell'ingaggio di fascinose indossatrici internazionali come Monica Bellocci, Carla Bruni, Kate Moss ed Melena Christensen, Naomi Campbell, Elle Macperson, Megan Gale. David Brown una volta travet di governo ad Adelaide oggi a Milano grande organizzatore di sfilate di moda. Fa volare le sue modelle da Parigi a Londra a New York a Perth e dovunque i grandi maestri internazionali della moda le vogliono per le loro sfilate.

PER UN AUSTRALIANO A MILANO CE NE SONO 12.000 A DUBAI, sei anni fa erano 3000.
Gli australiani costituiscono una delle colonie straniere più numerose ed efficienti negli Emirati Arabi , tra inglesi, irlandesi, bangladesi, indiani, pakistani, srilankesi e sudafricani. Gli australiani in questo mondo arabo in cui la lingua inglese sembra essere ormai quella nazionale, tengono le posizioni chiave del commercio e degli affari, delle importazioni e delle esprtazioni. Ma non solo , nel mondo della cultura gli australiani hanno stabilito negli Emirati sezioni universitarie distaccate da quelle di Syndey e Melbourne. Nel settore agricolo hanno aperto agribusiness da Dubai ad Abu Dhabi. Nel settore della moda gli australiani a Dubhai hanno piazzato le loro agenzie di vendita per cui i maggiori stilisti italiani da Armani a Gucci a Versace non possono fare a meno negli Emirati Arabi, del marketing australiano. Il Golfo, il Medio Oriente è il grande mercato in cui l’iniziativa australiana ha conquistato tutti i gangli più importanti degli affari e del commercio. Ci sono oltre 1456 imprese australiane che esportano negli Emirati Arabi, quasi quanto quelle che esportano dall’Australia in India. Dubai è per questa regione come lo sono per la loro parte del mondo, Singapore ed Hong Kong. Da qui si riesporta per ogni altra parte del Medio Oriente.
Lo sviluppo urbanistico di Dubai è nelle mani di architetti australiani che sono qui di casa come lo sono a Londra. Uno dei principali studi di architettura australiana qui ormai da oltre 10 anni , afferma, noi dal 1997 facevamo la spola da Perth a Dubai per dirigere i nostri lavori di costruzione per palazzi, uffici, alberghi e case, adesso dal 2001 ci siamo definitivamente stabiliti a Dubai per fare fronte alla crescente domanda di infrastrutture.

VI INTERESSA CONTINUARE AD ESSERE GIORNALMENTE INFORMATI SULLA REALTA' AUSTRALIANA IN AUSTRALIA E NEL MONDO ?






 

Stampato il Mercoledi 15 Agosto 2018 alle ore 12:32:32 PM