Associazione ItaliaAustralia
Via 24 Maggio, 46
00187 Roma


www.australiaitalia.it

Titolo : Chi Siamo

 
VENIAMO DA MOLTO LONTANO NEL TEMPO E NELLO SPAZIO

L' Associazione Italia - Australia è stata fondata a Roma nel 1976, non ha scopo di lucro, e' indipendente ed e' esclusivamente sostenuta dalle quote associative e dal lavoro volontario di esperti di tutti i settori italiani ed australiani che mettono la loro ultradecennale esperienza a disposizione dei Associati.

Roma 1976 L'ambasciatore di Australia S.E.John Ryan riceve il benvenuto dal Dr. Francesco Cribari , Presidente dell'Associazione Italia-Australia in occasione della cerimonia di inaugurazione ufficiale dell'Associazione

L'Associazione Italia-Australia è stata ed è ancora oggi l'unica organizzazione in Italia che unisce e sviluppa esperienze decennali per metterle a disposizione solo ed esclusivamente dei propri associati.

Un pò di storia dobbiamo pure ricordarla perchè si apprezzi sempre più da parte dei soci vecchi e nuovi la vitalità, dinamicità, pragmatismo dell'Associazione a cui i Soci hanno l'orgoglio di contribuire e partecipare.

L'Associazione Italia-Australia deve essere utile e deve svolgere un ruolo per avere uno spazio vitale nella società in cui intende operare e dare un senso di appartenenza ai propri associati.

L'Associazione Italia-Australia è nata in Italia su una solida piattaforma genuinamente Australiana, è nata nel 1976 nell'ambito della Qantas Linee Aeree Australiane. All'epoca, grandiosa e prestigiosa compagnia aerea, con gli uffici di Roma, negli anni '60 i più moderni ed all'avanguardia tra tutte le linee aeree in Italia. La Quantas gestiva allora un suo proprio "Centro Australiano" per proiettare un'immagine moderna dell'Australia. E' stata l'unica società Australiana in Italia. Le complesse vicende di mercato e i cambiamenti mondiali l'hanno eclissata dalla scena Italiana. ha lasciato un vuoto colmato dall'Associazione Italia-Australia, come presenza australiana in Italia.

Nel 1976 e per almeno i primi venti anni l'Associazione Italia-Australia è stata lo strumento di successo della Qantas nella sfida concorrenziale, all'inizio solo con l'Alitalia, poi con diverse emergenti altre linee aeree asiatiche, che si contendevano i passeggeri sulla fatidica "Rotta del Canguro".

Una rotta difficile, la più ampia del mondo, l'introduzione nel 1974 dei Jumbo Jet dalla portata di 400 passeggeri richiedeva uno sforzo di promozione e marketing enorme.


Alberto Sordi "australiano": Il presidente dell'Associazione, Giacomo Pezzali presenta il film in visione privata ai Soci: "Bello onesto ..." con Sordi e Claudia Cardinale per la regia dell'intramontabile Luigi Zampa. Siamo nel 1978 Nessun'altro film di ambientazione Italo Australiano ha mai superato questo.


L' Associazione Italia-Australia ha piantato e fatto crescere in Italia il concetto moderno di un'Australia meta di turismo, affari, cultura.

L'Associazione Italia-Australia ha vinto per la Qantas la sfida della concorrenza perchè è entrata nel cuore del mondo italo autraliano parlando la stessa lingua, la stessa mentalità e sviluppando gli interessi culturali reciproci.



Members on The Move - Migliaia di soci si sono fatti assistere dall'Associazione per visitare l'Australia per affari, cultura ed anche turismo. Gruppi di soci in partenza per l'Australia da Fiumicino, siamo nel 1980. L'Associazione era all'avanguardia sulla "Rotta del Canguro".


Giulia Pignatelli, presidente dell'Associazione nel 1979, in uno degli incontri sociali con l'ambasciatore Australiano R.H.Robertson. La principessa Pignatelli ha guidato l'Associazione in un giro di boa per darle quell'impulso necessario a farla navigare nel mondo di coloro che all'epoca erano i più interessati all'Australia.

C'e' un vuoto da coprire in Italia, quello dell'informazione di ogni genere sull'Australia e l'Associazione lo copre ormai da 30 anni, con assoluto successo e soddisfazione dei Soci che sono orgogliosi e fieri di appartenere, moltissimi da decenni all'Associazione Italia-Australia.


Il Premier del Western Australia Brian Burke in visita a Roma nel 1986 l'Associazione Italia - Australia pubblica l'unico periodico in Italia informativo sull'Australia, il premier dello stato che all'epoca si era aggiudicato l'America's Cup ne prende atto e se ne compiace.


L'indipendenza e l'apoliticità dell'Associazione Italia-Australia è provata da fatti concreti. Negli anni 70 inizio anni 80 il visto turistico per l' Australia era difficilissimo da ottenere. L'Associazione aprì il caso con l'appoggio della stampa italo-australiana per porre fine ad un assurdo ostacolo all'ormai dirompente crescita dell'interesse italiano per affari, cultura e turismo verso l'Australia.


Il Dott. Sergio Angeletti negli anni '80 ambasciatore italiano a Canberra qui in visita Roma alla sede dell'Associazione di cui poi diventerà presidente onorario. Qui con due esponenti del mondo femnminile italo australiano, Penelope Franzen dellIstituto di Cultura Italiano di Perth e Iole Salteri presidente a Sydney della Società Dante Alighieri.

Sempre in materia di visti, l'atteggiamento Australiano nei confronti dell' Italia è cambiato negli scorsi lustri in modo radicale, l'Australia è oggi addirittura più aperta verso l'ingresso di Italiani di quello che è l'Italia verso gli australiani. Ne è prova la tenacia con la quale il governo Australiano ha voluto e ha quasi costretto l'Italia a siglare un anno fa' l'epocale accordo per il visto Vacanza Lavoro. Un visto che corona il sogno di migliaia di italiani "Fare un esperienza australiana".

Un visto che purtroppo per gli australiani è invece molto più difficile sia da ottenere che da applicare. L' Italia è entrata in un tunnel buio nei rapporti di visti con l'Australia. In pratica si è addirittura capovolta la situazione ed in peggio.

Per gli australiani soggiornare in Italia è un rebus senza soluzioni. Ma non sanno neanche a chi rivolgersi per avere una giusta interpretazione della normativa italiana.

Per l'Associazione Italia-Australia quindi cambiano i tempi e i problemi, ma l'Associazione più adesioni annovera e più si sentirà di restare in prima linea per contribuire a mettere le cose in ordine e agevolare la presenza australiana in Italia per rendere un servizio completo ai Soci Italiani interessati all'Australia..

L'incremento dell'interscambio commerciale è tra le priorità dell'Associzione.


Emilio Pucci a Firenze accoglie una delegazione di soci australiani in visita al suo atelier. Le hostess Qantas per tutti gli anni 80 e 90 hanno portato le divise disegnate da Pucci, erano tanto all'avanguardia che non tramontavano mai.


L'Associazione Italia - Australia ha portato per la prima volta i prodotti italiani del Lazio in Australia. Per cinuqe consecutivi anni dal 1985 al 1990 l'Associazione Italia-Australia ha gestito il padiglione italiano dell' Expo Internazionale di Adelaide.


Siamo gli artefici di rapporti stretti ed amichevoli tra fli associati e le autorità Australiane

Gli uomini politici australiani in visita in Italia hanno sempre fatto tappa all'Associazione Italia - Australia.


Gough Withlam grande amico dell'Italia Premier australian, in visita all'Associazione Italia-Australia, tra i Soci al ricevimento a Roma nel 1983.




David Oliver Tonkin Premierd del Sud Australia in visita ai Soci dell'Associazione Australia-Italia a Roma nel 1980, appena eletto..

SIAMO I PROTAGONISTI DELLE RELAZIONI TRA ITALIA E AUSTRALIA SONO GLI ISCRITTI, I COLLABORATORI, I SOSTENITORI DELL'ASSOCIAZIONE ITALIA - AUSTRALIA

Associandovi avrete a disposizione l'unica organizzazione in Italia esperta esclusivamente sull'Australia e sui rapporti tra i due paesi.

I vantaggi ed i servizi a disposizione dei Soci sono pubblicati e costantemente aggiornati attraverso il periodico bimestrale " Attualita' Italia - Australia " organo ufficiale dell ' Associazione Italia - Australia , CHE OGGI E' A DISPOSIZIONE DEI SOCI DIRETTAMENTE SU INTERNET.

 

Stampato il Venerdi 24 Novembre 2017 alle ore 7:20:44 PM